Più in linea con la frutta secca

Valentina Ligabue - Dietista

Frutta-seccaDopo che nei mesi scorsi uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine aveva mostrato come il consumo quotidiano di noci, mandorle, nocciole o altra frutta in guscio contribuisse a ridurre mediamente del 29% il rischio di morte per malattie cardiovascolari e dell’11% quello per cancro, la frutta secca torna ancora alla ribalta.

Secondo un nuovo studio, infatti, il consumo di frutta secca aiuta a contrastare obesità e sindrome metabolica.

A rivelarlo è una ricerca condotta da un gruppo di scienziati dell’Università della California recentemente pubblicata sulla rivista scientifica PLOS One.

Lo studio avrebbe mostrato che il consumo quotidiano di noci, mandorle e nocciole e altra frutta secca aiuta a perdere peso.

Per giungere a tale conclusione, gli scienziati californiani hanno studiato i dati relativi a un campione di 803 volontari. I partecipanti sono stati divisi in gruppi in base alla quantità di frutta secca consumata quotidianamente. I…

View original post 109 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...