40 posti da vedere prima di morire – Parte 1/3

L’uomo ha trasformato la terra più in fretta di quanto questa non sia in grado di evitare, ma non tutto è perduto per fortuna. Splendide montagne, laghi di acqua azzurra, magnifici oceani con isole favolose… il nostro pianeta è pieno di luoghi che tolgono il fiato e scenari che riempiono il cuore di un grande senso di meraviglia che non attendono altro che essere scoperti da voi.
Ad ogni modo, poichè la vita è breve e le risorse economiche limitate dobbiamo valutare attentamente quali mete scegliere per i nostri viaggi. Sapendo che sarete troppo pigri per andare a farlo di persona abbiamo deciso di farlo per voi!
Abbiamo scelto i 40 posti più spettacolari del mondo, anche se, come si dice, la bellezza sta nell’occhio di chi guarda, per cui la vostra lista dei 40 posti da vedere prima di morire potrebbe essere diversa dalla nostra.
1. Antelope Canyon, USA
Foto di: James Marvin Phelps , Rob Inh00d

L’Antelope Canyon è il più visitato, nonchè fotografato, slot canyon del sudovest degli stati uniti d’america.  Si trova all’interno del territorio Navajo vicino Page in Arizona. L’Antelope Canyon include due distinte e separate sezioni fotografabili conosciute rispettivamente come Antelope Canyon Superiore(detto anche “la spaccatura”) ed Antelope Canyon inferiore (il cavatappi). I nomi Navajo per la parte superiore e quella inferiore dell’Antelope Canyon sono rispettivamente: Tsé bighánílíní, che significa “il posto in cui l’acqua scorre tra le rocce” e Hazdistazí, che significa “le arcate di rocce a spirale.”
L’Antelope Canyon si è formato per l’erosione dell’arenaria del territorio Navajo ad opera primaria di inondazioni rapide, con intervento secondario di processi erosivi subaerei. L’acqua piovana, specialmente durante la stagione monsonica, scorre nell’ampio bacino al di sopra delle sezioni dello slot canyon, guadagnando velocità e caricandosi di sabbie e detriti durante lo scorrimento negli stretti canali. Con il passare del tempo i canali vengono erosi formando dei corridoi più profondi e smussando gli spigoli squadrati in modo da formare la caratteristica forma ondeggiante delle rocce.

2. Isole Phi Phi, Thailandia

Foto di: Jo@net , Goianobe , CX15

Le isole Isole Phi Phi si trovano in Thailandia tra la grande isola di Phuket e la costa occidentale del paese che da sul mare delle Andamane.

Classicche spiagge, impressionanti formazioni rocciose e acque di un vivido turchese piene di forme di vita variopinte: è un vero paradiso!

3. Santorini, Grecia

Foto di: MarcelGermain , Maggie & David

Santorini è probabilmente l’isola greca più affascinante e rinomata del mare Egeo.
Il solo nome dell’isola è già sufficiente a stimolare nella mente immagini dalla piacevole connotazione: paesaggi vulcanici, spiagge grigie e rosse, case dal bianco accecante, terrazze con vista panoramica sul mare, splendidi tramonti, divertimento selvggio. Tutto questo, aggiunto ai resti di civiltà perdute ritrovati nelle ceneri vulcaniche, giustifica gli aggettivi con cui i visitatori identificano Santorini, che a ragione viene definita magica, indescrivibile e sbalorditiva.

4. Isole Maldive

Foto di: iujaz , aquabumps

L’arcipelago delle Maldive giace su due strisce di atolli nell’Oceano Indiano attraversati dalla linea equatoriale. Il paese è costituito da 1.190 isole di formazione corallina, formate attorno 26 atolli naturali di forma anulare sparse su oltre 90.000 chilometri quadrati. Questi atolli si sono strutturati per la sedimentazione di sabbie coralline in cima ad una dorsale oceanica, cosa che non fa che aggiungere unicità al paesaggio del luogo, caratterizzato da un’altezza sopra il livello del mare davvero ridotta.

Il mare dell Maldive è di un colore blu intenso, con barriere coralline turchesi, spiagge candide e sabbiose e palme lussureggianti. E’ un posto ricco di carattere, dove spesso la gente decide di passare i propri giorni in maniera  trnquilla ed idillica.

Sebbene sia il posto perfetto per poltrire sotto il solo guardando il tramonto con un cocktail in mano è non di meno una stupefacente meraviglia geografica, in cui innumerevoli pesci dai colori vivaci nuotano animando la splendida barriera corallina a qualche metro dal bagnasciuga.

5. Machu Picchu, Perù

Foto di: Tati@ , szeke , magnusvk

Machu Picchu si erge a 2430 m sopra il livello del mare, in mezzo ad una foresta montana tropicale in un paesaggio dalla bellezza straaordinaria. E’ stata probabilmente la ipù stupefacente creazione urbaistica dell’impero Inca, con la sua altezza, le sue gigantesche mura e rampe e terrazze che sembrano scavate direttamente sulle continue scarpate di roccia. La posizione geografica, sul versante orientale delle Ande, include il bacino amazzonico superiore con la sua ricca biodiversità di flora e della fauna.
Gli Inca iniziarono a costruire il complesso abitativo intorno al 1400, ma circa un secolo dopo, all’epoca delle conquiste spagnole, fu quasi abbandonato, smettendo di essere il sito ufficiale per i regnanti inca. Benchè localmente fosse un sito conosciuto, era praticamente sconosciuto per la gente proveniente dal resto del mondo, venendo poi portato all’attenzione dei più nel 1911, dallo storico americano Hiram Bingham.


6. La Grande Muraglia Cinese

Foto di: Francisco Diez , topgold

La grande muraglia cinese, una delle più grandi meraviglie del mondo, valutata dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità nel 1987. Proprio come un gigantesco drago, a muraglia si estende su e giù attraverso deserti, praterie, montagne ed altopiani, raggiungendo la lunghezza di approssimatiamente 8,851.8 chilometri da est a ovest della Cina. Con una storia di oltre 2000 anni, alcune delle sue sezioni sono andate in rovina o sono scomparse, ma nonostante ciò si tratta di una delle attrazioni di maggior richiamo al mondo intero, anche grazie alla propria unicità architettonica e al suo significato storico.

7. Islanda

Foto di: shchukin , Stuck in Customs

Fuoco e ghiaccio offrono uno sbalorditivo ritratto di quest’isola degli estremi, dove alcuni dei più grandi ghiacciai d’europa sovrastano alcune delle più calde sorgenti vulcaniche del continente.
Qui ogni stagione ha il suo fascino unico e durante tutto l’anno si ha la possibilità di provare nuove esperienze, scoprire luoghi incantevoli e lasciarsi ipnotizzare dalla freschezza e dai colori della natura.

8. Isola di Bora Bora

Foto di: kenyai , jsmoral , Pierre Lesage

Bora Bora emerse dalle acque 3 milioni di anni fa. Come tutte le altre isol della Polinesia, quest’isola vulcanica sta lentamente affondando nell’oceano. Al momento presenta caratteristiche geologiche peculiari in un range che va da quello dell’isola vulcanica a quello dell’atollo.
L’isola possiede un’indimenticabile laguna turchese, dove potrete osservare una variopinta fauna acquatica (Pastinache, mante, squali e pesci tropicali) da una canoa a bilanciere, una barca o in immersioni subacquee. La barriera corallina include un fascia di isolette con favolose spiagge dalla sabbia candida che circondano l’intera isola.

9. L’Onda, Arizona, USA

Foto di: Alaskan Dude , DIVA007

L’Onda è una formazione di arenaria situata al confine tra gli stati dell’Arizona e dell’Utah, negi stati uniti d’America, sul pendio delle Colline del Coyote, nella selva vicino al Canyon Paria ed alle Scarpate Vermiglie , sull’altopiano del Colorado. Quasi 200 milioni di anni fa, questa regione era un deserto sabbioso dove immense dune migravano lungo il paesaggio spinte dai venti stagionali. L’esame stratigrafico delle arenarie ci permette i scoprire quali venti erano prevalenti durante l’antico Giurassico.
Ciò che noi osserviamo oggi è solo una parte dell’originaria stratificazione incrociata delle dune che hanno plasmato queste formazioni rocciose successivamente modificate da un interminabile processo erosivo. Gli spettacolari nastri multicolore chiamati bande di Liesegang, si sono formati a causa del movimento e della precipitazione di sostanze ossidanti come l’acqua percolata con il ferro ed il manganese. Il paesaggio viene ulteriormente reso complesso da vene di stagno e strisce di calcite.

10. Petra, Giordania

Foto di: ralwic , rwoan

Petra, le meraviglia del mondo, è senz’ombra di dubbio il tesoro più prezioso e la più grande attrazione turistica dell’intera Giordania.
Era una vasta ed unica città scavata nella nuda roccia  dai nabatei, un industrioso popolo del ceppo arabo che si stabilì in quell’area 2000 anni fa, che divenne un importante crocevia per le rotte mercantili della seta, delle spezie e di tutte le merci che arrivavano dall’India, la cina e l’Arabia meridionale verso l’Egitto, la Siria, la Grecia e Roma.

11. La Cava dei Cristalli, Miniera di Naica, Messico

Foto di: ourfunnyplanet , nicole_denise

La miniera di Naica, nello stato messicano di Chihuahua, è una miniera tutt’ora in funzione molto nota per i suoi cristalli di selenite. La Cava dei Cristalli (Cueva de los Cristales) è una cava situata a circa 1,000 piedi (300 m) sotto la superficie nelle formazioni calcaree della miniera. La camera conntiene cristalli di selenite giganteschi, probabilmente trai più grandi mai trovati in natura. I cristalli di selenite derivano da una genesi idrotermale avuta grazie ai fluidi emanati dalla sottostante camera magmatica.


12. Moraine Lake, Canada

Foto di: A tea but no e , T.P Photographie

Moraine Lake è un lago alimentato dai ghiacciai nel Banff National Park, a 14 kilometri  dal villaggio di Lake Louise in Alberta, Canada. Il lago raggiunge il proprio livello massimo tra la metà e la fine di giugno. Quando si riempie diventa di un ben distinto colore azzurro, questo a causa della rifrazione della luce sui depositi di sedimento roccioso che giungono costantemente sul fondo del lago.

13. Grand Canyon, USA

Foto di: carbonboy , paigeh

Il Grand Canyon è un canyon dalle pareti molto ripide scavato dal fiume Colorado nello stato americano dell’Arizona. Si tratta di un panorama imponente e suggestivo; il Grand Canyon è capace di travolgere i nostri sensi attraverso la sua mole colossale che si estende in lunghezza per 277 miglia (446km) ed in larghezza per 18 miglia (29km) con una profondità di un miglio (1,6km). In esso vengono esposti circa 2 miliardi di anni di storia che il Colorado ed i suoi affluenti fendono attraverso gli strati di roccia del Plateau del Colorado.


14. Berry Head Arch, Canada

Foto di: Rexton

Questo magnifico arco sul mare è situato sulla Spurwink Trail lungo la East Coast Trail verso Port Kirwan. Da qui si muove per circa un sentiero che percorre circa 4,75 miglia (circa 7,6km) verso l’arco. La difficoltà del sentiero, per gli amanti del trekking, è moderata, ma è richiesta estrema attenzione nel punto in cui costeggia il bordo di una rupe piuttosto alta.

Per vedere la seconda parte dell’articolo Cliccate Qui.

2 pensieri su “40 posti da vedere prima di morire – Parte 1/3

  1. Pingback: 40 posti da vedere prima di morire – Parte 2/3 | Blu Campus

  2. Pingback: 40 posti da vedere prima di morire – Parte 3/3 | Blu Campus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...